‘Vincitore è colui che non smette mai di sognare’: intervista a George Leonard

Arianna e Selena Mannella

La televisione partorisce sempre più spesso soggetti fuori dal comune, personalità a volte eccentriche, stravaganti, irriverenti, curiose… i media così come le riviste di gossip dedicano loro sempre più spazio, permettendo così al grande pubblico di conoscerli meglio e imparare ad apprezzarli anche fuori dai contesti privati per i quali finiscono in prima pagina. Sì, perché se in prima battuta è sufficiente far parlare di sé per le proprie avventure, o per la propria irruenza, con il passare del tempo è necessario far comprendere le proprie capacità perché altrimenti le stesse riviste e gli stessi programmi che gli hanno dato prima notorietà, passano poi a parlare di qualcun altro. È il caso di George Leonard, più conosciuto come ‘Il Principe’. Volto noto del programma televisivo Grande Fratello 10 dedicatosi, dopo che i riflettori sulla casa più spiata d’Italia si sono spenti, a tante altre attività legate al mondo dello spettacolo. Ma quali sono i sogni di un ex ‘gieffino’ e come si impara a destreggiarsi nel mondo dello showbiz? Facciamo due chiacchiere con George che ha sempre ‘pavoneggiato’ il suo lato esteriore ma che ha anche cose interessanti da dire.

Ciao Principe, come stai?

“Innanzitutto bisogna che mi diate del Voi perchè sono un regale quindi la domanda è: ‘Principe come state?’ (ride) scherzo! Sto bene e anche se non sto bene vedo sempre il bicchiere mezzo pieno…  viva la positività.”

Che fine ha fatto Carmela?

“E che ne so che fine ha fatto, mica sono il suo tutore! (ride) Carmela la vedo tutti i giorni poiché è diventata la mia donna ufficiale e abbiamo anche una figlia; grande donna e grande mamma! Lei ha saputo prendere il mio lato arrogante, super determinato e trasformarlo in amore verso i bambini…”

Allora congratulazione per la nuova arrivata! George, ti mancano i riflettori del GF?

“Assolutamente no, poiché sono accesi tutt’ora i riflettori del successo e della vita. Sono accesi perchè faccio un lavoro a 360° nel mondo dello spettacolo. Ho aperto un’etichetta discografica la “PRINCE RECORD” a Milano con i Titta’s Brother, ho partecipato a vari film tra cui “Fallo per Papa’ con attori del calibro di Roberta GianRusso, Massimo Bonetti, Giacomo Rizzo. Ho finito da poco un servizio per un fotoromanzo per Grand Hotel. Ogni settimana sono ospite dalla D’Urso su Canale 5 con il mio Dj Set Music a fine programma. Conduco una rubrica di musica per un magazine, e ogni sabato faccio i miei Live Set in giro per l’Europa con il “MACADAME”, tour creato da me, show che rispecchia lo stile circense.”

Una vita davvero movimentata, quale lato ti soddisfa di più?

“I riflettori della vita, ossia quelli della mia vita privata, sono i riflettori più importanti perchè vivo per la mia famiglia! Loro sono la mia linfa vitale.”

Abbiamo saputo che hai prodotto un disco di house music, com’è andata?Arianna e Selena Mannella

“Ne ho prodotti vari, l’ultimo addirittura è uscito pochi giorni fa e si intitola ‘So So So’.”

Bilancio?

“Le Migliori vendite le abbiamo avute per il singolo House “Stay Hungry, stay Foolish” in onore di Steve Jobs… pensate che una volta l’ho messo a Frankfurt in Germania e la gente a fine serata mi ha applaudito per ben 5 minuti. Mi hanno fatto emozionare in quell’occasione e per questo ringrazio il Signore. Un disco importante è stato anche quello che ho realizzato con Puff Daddy a Los Angeles ‘One million Girl’ ovviamente la mia partecipazione è stata minima ma pur sempre importante.”

Quanto conta la bellezza in ciò che fai?

“Il 50 % perchè se sei bello e scemo fai la fine di tutti coloro che hanno fatto reality o concorsi e stanno a casa a girarsi i pollici! Mi alleno per stare informa e lo sport mi ha insegnato molto, soprattutto la determinazione… e come dico sempre io: ‘LA PERFEZIONE NON ESISTE MA IO MI CI AVVICINO’ (ride).”

Hai dichiarato di aver studiato per diventare un bravo attore, ci sei riuscito?

“Certo che sì, ho studiato ma non so se sono diventato un bravo attore, quello lo lascio giudicare agli altri, di sicuro posso dirvi che la più grande s’q’uola per diventare attori, sono i villaggi turistici con i cabaret e ne ho mangiata di pasta lì…”

Parlaci allora di questa esperienza cinematografica?

“Bella, emozionante, conosci lo stile di vita di altre persone, mangi, parli, insomma… vivi con loro una vera esperienza di vita e se ci sono attori di grande calibro con esperienza alle spalle, devi solo stare muto e ascoltare e vedere cosa fanno per apprendere uno spiraglio di professionalità.”

Cosa hai imparato dal mondo dello spettacolo?

“Nella vita è sempre importante provare a realizzare qualcosa di bello e costruttivo, anche se, dopo essere stati sottoposti a valutazione, la risposta è spesso accompagnata da un rifiuto. Mai mollare…”

Cosa manca a George Leonard per spiccare il volo?

“Mah sapete cosa mi manca… non mi manca nulla, perchè il successo è una cosa astratta ed è come la vittoria; molte volte il vincitore è colui che non smette mai di sognare e io non ho mai smesso… metto il sangue nel mio lavoro e credo in tutto ciò che faccio… Se vinci verrai premiato, se perdi accettando la sconfitta sarai migliore.”

Ti vedresti a condurre…

“Beh sapete, spesso lavoro come presentatore per sfilate, ma il mio forte è il live e forse un giorno condurrò un programma di satira poiché sono bravo a vendere emozioni.”

Invece ti piacerebbe recitare al fianco di?

“Non voglio togliere nulla a nessuno ma grandi attori ne sono rimasti davvero pochi, un mito è Giancarlo Giannini e Michele Placido. Una leggenda Denzel Washington… Sapete cos’è il mio forte? Che ciò che voglio lo faccio e prima o poi, più prima che poi, arriverò anche a questo traguardo. La grandezza di un uomo non si misura dalla capacità di difendere le proprie idee, ma da quella di vincere le proprie certezze.”

Arianna e Selena MannellaCome stai vivendo questo periodo di crisi?

“La crisi è una parola che si sono inventati i politici e le banche, hanno bloccato conti correnti e messo paura alle persone per far si ché si arricchiscano ancor di più le classi abbienti, e mettere pressione ai poveracci per poter imporre prezzi e commerci come vogliono loro… dovrei parlare per anni, ma facciamo prima a dire, visto la mia grande voglia di portare la voce del popolo in parlamento, che sicuramente da qui a breve mi candiderò come politico, e non come ladro politico!”

Dichiarazione importante… Ma restiamo su un terremo più leggero, cosa fai per far colpo su una ragazza?

“Sono le ragazze che mettono gli occhi su di me e non viceversa… i tempi sono cambiati cari miei, e questo non è buono; ma fortunatamente esistono ancora dei Principi come me che fanno sentire le donne vere e proprie principesse…”

Cosa ti piace del mondo dello spettacolo?

“Me stesso.”

Cosa ti fa arrabbiare?

“La falsità con cui le persone ti dicono: ‘Ma ciao, come stai, sono contento di vedere che lavori tanto’ (ride) falsi come una banconota da 1 Euro. Invece di lottare contro una negatività, è meglio mettere energia per sviluppare qualcosa di positivo. Evidenziare gli aspetti costruttivi crea energie buone. Evidenziare quelli negativi, crea ulteriori energie negative.”

Un vezzo che ti fa sentire ‘figo’?

“Figo come dite voi ci si nasce, non si diventa! E George Leonard c’è nato e ci si mantiene!”Arianna e Selena Mannella

Immaginati di essere su uno speaker corner, cosa urleresti alla gente?

“Quello che poi strillo sempre al microfono… “andate a Fanc…” (ride) scherzo… per far sorridere le persone e far ballare tutti faccio alzare le mani e dico: ‘a noi non piace la vita, ma la bella vita!’.”

Un commento sui nuovi reality?

“No comment, finito di stare nel GF il resto è zero!”

Dove ti vedremo ancora?

“Alla chiusura dei programmi della D’Urso con la Top Chart Music, mi sentirete in radio con i tormentoni Dance House, dal 1° Marzo 2013 come protagonista del fotoromanzo di Grand Hotel e da settembre 2013, sarò in un programma scritto da me…”

Quanti impegni! Un saluto al pubblico affezionato…

Arianna e Selena Mannella“Combattiamo all’infinito. Combattiamo senza curarci di quanto ci costa, delle sconfitte che incassiamo, dell’improbabilità di successo. Combattiamo fino all’ultimo respiro. Non è una questione di coraggio. L’incapacità di arrendersi è un dato caratteriale. Forse è semplicemente stupida fame di vita.”

Uno slogan?

“All’asta la vittoria, sempre. Mr George Leonard.”

Grazie George, è stato un piacere!

 


Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *