Il ritorno di Valeria Rossi

Arianna e Selena MannellaNome: Valeria

Cognome: Rossi

Dove l’abbiamo vista: in vetta alle classifiche pop

“Dammi tre parole, sole, cuore, amore, dammi un bacio che non fa parlare…” vi ricordate queste strofe? Impossibile dimenticarle dal momento che alcuni anni fa fu il classico tormentone estivo, quello che tutti canticchiavano e che era impossibile togliersi dalla testa. Lo cantava Valeria Rossi che per un bel periodo ha scalato le classifiche pop con le sue canzoni spensierate e allegre e che oggi ritorna con un progetto dedicato ai bambini. Un cd arricchito da un libro di ricette ‘Bimbincucina’ (Azzurra Music) che insegna a mangiare la verdura accompagnati da simpatici motivetti.

Ciao Valeria e ben ritrovata, come si gestisce il successo improvviso?

‘Non è facile. Mi ha insegnato la popolarità e sfruttare al meglio le risorse e ho cercato di farne tesoro. Con il tempo poi capisci anche quali sono le tue priorità e il fatto di fare qualcosa di utile.’

Infatti ora torni dopo qualche tempo di assenza con un progetto dedicato ai bambini…

‘Ho cercato di divulgare questo nel nuovo progetto che ha un duplice obiettivo, ovvero intrattenere e generare stati d’animo positivi, che ha un valore importante e poi quello di dare quel minimo di educazione alimentare. Il cibo è una cosa primaria e l’uomo medio non ne ha una grande cognizione.’

Vivere dietro alle quinte come autrice dà la stessa emozione che stare sul Arianna e Selena Mannellapalco?

‘La consapevolezza comporta più lavoro, però è un lavoro che torna indietro senza buchi, che non ha controindicazioni, cosa che non fa un mestiere che ti mette sempre in esposizione come quello del cantante di successo. È difficile mantenere salda l’identità quando sei molto esposto.’

Una bella svolta allora?

‘Questa mi è sembrata la svolta adatta ai tempi e alle persone. Non sento di avere fatto delle rinunce particolari.’

La cucina sta impazzando nelle trasmissioni televisive, hai pensato anche a questo per la sua ideazione?

Arianna e Selena Mannella‘Sì certo, si avverte nell’aria… molti si sono tuffati in questo campo, forse perché in balia di politica ecc, sul cibo puoi ritrovare sempre un buon riscontro. Il progetto è vegetariano e poi ha un’etica della filiera, del cibo biologico. Sono contraria al classico hamburger, patatine fritte e Coca Cola!’

Senza dubbio un progetto originale creare dei brani musicati intorno a delle ricette…

‘È vero ed è tutto sperimentato, anche se ero la prima a non pensare che la musica si potesse prestare in questo modo così bene.’

Basta allora palchi al ritmo di pop?

‘Sono solo uscita dalla autoreferenzialità della vita pop che non ha un interlocutore identificato per un progetto come questo, che invece ha un suo target di riferimento per delineato.’

Ti secca essere ricordata per un tormentone estivo?Arianna e Selena Mannella

‘E’motivo di orgoglio perché riuscire a fare una sintesi così non è da tutti. È stato un risultato eccezionale.’

Concordiamo, usi i social network?

‘Ho un rapporto problematico con loro perché non ti puoi rivolgere a una persona precisa e non so bene che linguaggio utilizzare.’

Raccontaci una tua giornata tipo…

‘Devi prima di tutto stabilire delle priorità, oggi la mia giornata è sicuramente più imprenditoriale di prima e poi sono mamma di un bimbo di cinque anni.’

Come pensi ti accoglierà il pubblico?

‘Con ‘tre parole’ rappresentavo la spensieratezza e vengo accostata ancora a quella visione, spero che continui a essere così con questo nuovo progetto.’

Ti senti molto cambiata dal tuo esordio?

‘Lo spero… ho cercato di lavorarci anche per essere più utile. Lo svantaggio di perdere la propria identità è di rimanere priva di contenuti e di potersi reinventare.’

Per rispolverare i vecchi ricordi… ecco il video di “Tre parole”


3 Comments:

  1. Pingback:Tra cucina e musica Donpasta remixa Artusi | blog gemellemannella

  2. Valeria e io ci siamo visti la settimana scorsa, a cena, a casa sua a Roma.
    Eravamo soli soletti e abbiamo cenato a lume di candela e pasteggiato a pesce e champagne.
    Finito di cenare, lei mi ha vestito da donna e si è messa su un bello strap-on, pronta per scoparmi.
    Nel mentre fumava una sigaretta dietro l’altra e io gliel’ho leccato tutto, fumando senza sosta anch’io.
    Quindi, dopo mezz’ora di questo godimento, non ne poteva più e mi ha strappato le mutandine, iniziando a leccarmi il culetto, sempre fumando una sigaretta dietro l’altra.
    All’improvviso, mi ha preso da dietro e ha iniziato a fottermi a più non posso, ero la sua puttanella, in balia della padrona..mi ha scopato, chiavato, sbattuto, in tutte le posizioni..sempre fumando come una porca.
    Mai goduto così in vita mia, e lei anche a giudicare dalle sue grida di piacere.

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *