Il ‘digitus impudicus’

Arianna e Selena MannellaChe se ne voglia dire la gestualità è oramai divenuta di  uso comune, a volte imposta dalla moda o dalle esigenze, i gesti hanno comunque tutti un loro perchè che va ricercato nella storia… quante volte vi sarà capitato di vedere fare o fare voi stessi il gesto di alzare il dito medio in senso dispregiativo nei confronti della persona cui era rivolto, vuoi per un momento di stizza, vuoi per dimostrare il proprio disappunto. Ma chi ha inventato il dito medio alzato per primo? C’è chi cita la letteratura greca e Aristofane, commediografo, come il primo che ne fa menzione nelle sue opere scritte in forma piuttosto celata. Ma il primo che lo fa in modo esplicito pare essere Diogene, il filosofo cinico, che  lo fece quando gli fu chiesto cosa pensasse di Demostene, il demagogo, dunque da qui si evince che non avesse per quest’ultimo una grande considerazione. Persio, il poeta satirico romano, fa riferimento allo stesso nelle sue satire citandolo come ”digitus infamis” dito impudente. Ma il significato di questo gesto ha radici più serie che hanno poco a che fare con la volgarità o stizza nei confronti di qualcuno, sì, perchè  il gesto del dito medio alzato risalirebbe alla Guerra dei cento Anni  tra inglesi e francesi, l’arma in più  dell’esercito inglese infatti,  erano gli arcieri: questi usavano il dito indice e il medio ogni volta che dovevano scoccare una freccia contro il nemico. Da qui si capisce che una versione moderna dello stesso si ha quando è stato abbandonato nell’uso comune il dito pollice. Coloro che non soccombevano potevano mostrare dunque con orgoglio le due dita ancora attaccate alla propria mano, un gesto di riscatto, di forza nei confronti del nemico. Attenzione, oggi il gesto in luogo pubblico può essere considerato reato.


Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *