Da ‘Uomini e Donne’ alla conduzione di ‘Miss Italia’

Arianna e Selena Mannella, così è se vi pare,giovanni conversano, uomini e donne, campioni, miss italia miss italia 2012, selezione miss italia, puglia, calabria, maria de filippi, canale cinque, presentatore, conversano, selezioni, intervista conversanoIncontriamo per voi Giovanni Conversano mentre lavora per le selezioni di Miss Italia, nonostante gli impegni, Giovanni trova il tempo di dedicarci qualche minuto per una chiacchierata…

È diventato famoso per le pagine di gossip che ha riempito dopo aver partecipato a Campioni e a Uomini e Donne di Maria De Felippi, ma tanti non sanno che Giovanni Conversano è un ragazzo con la testa sulle spalle che si sta facendo strada nel mondo dello spettacolo alla conduzione delle selezioni di Miss Italia. Giovanni chiede solo di avere la possibilità di dimostrare le sue capacità, come dice lui: la bellezza è solo una nota di colore…

Da Uomini e Donne a inviato di Uno Mattina Estate, come è avvenuto questo passaggio…

“Sono stato fortunato… prima non ho mai avuto la possibilità a livello mediatico di dimostrare quello che sapevo fare. Ho partecipato a tanti programmi televisivi convinto che non fossero un marchio di fabbrica ma un mezzo per farmi conoscere non arrivando da una famiglia di artisti. Ho dovuto da solo aprirmi la strada iniziando a moderare convegni in giro per l’Italia fino ad arrivare a condurre ‘Miss Italia nel Mondo’ in Puglia con 40 tappe all’anno e diciotto mesi totali di conduzione.”

Com’è stata questa esperienza

“Ho dovuto dimostrare di essere in grado di fare il presentatore con studio e grandi sacrifici. Ho ancora tanto da imparare ma quello che dico sempre è: prima di giudicarmi mettetemi alla prova. Il bello e il brutto è solo una nota di colore, il resto è altro…”

Come ti sei preparato?

“Studio come giornalista, scrivendo per un quotidiano della Puglia. In questo ambiente niente è scontato è sempre un work in progress… spesso è difficile farsi accettare avendo fatto un percorso artistico diverso come professionista.”

Qual è per te la donna giusta in grado di accaparrasi questo titolo?

“La Miss perfetta dovrebbe essere solare, concreta, consapevole, naturale… non tatuata. Miss Italia è un concetto diverso dalla Velina o dalla soubrette, deve incarnare quelle caratteristiche che possono sembrare anacronistiche.”

Come ci si trova in mezzo a tante belle donne

“Ogni sera è un’emozione nuova, se non sei al massimo fai degli errori. Dedico un’ora al giorno allo studio della città in cui andremo a lavorare.”

Com’è il pubblico?

“Il pubblico è sempre diverso, Calabria, Puglia e Campania sono le tre regioni in cui ho avuto più spazio. Anche se la terra alla quale sono più radicato è la Puglia.”

Pensi che il programma di Maria De Filippi ti abbia avvantaggiato?

“In programmi come questo e il Grande Fratello vengono attaccati sempre i partecipanti ma mai chi li produce… tanti subiscono questo atteggiamento e alcuni non sono preparati e poi che vinca un imbecille è un pensiero comune. Bisogna ribaltare questo tipo di convincimento perché è pregiudizievole… Direi che è stato sia un vantaggio che uno svantaggio.”

Quanto ti piace essere riconosciuto?

“Mi piace eccome essere riconosciuto per il mio mestiere, ma non posso cancellare il percorso che ho fatto con ‘Uomini e Donne’ anche se è stato un periodo di crescita. C’è ancora tanto pregiudizio sul fatto che non sono in grado di fare il presentatore. Devo sempre dimostrare più degli altri perché giudicano in base a quello che è passato dal tubo catodico.”

Cosa ti piace della tv?

“Guardo un po’ di tutto, il mio idolo è Bonolis, perché è un pozzo di cultura dal punto di vista della conduzione, conosce i tempi teatrali, un altro grande è Fiorello che sa fare di tutto.”

Molti tuoi colleghi amano farsi immortalare sulle riviste di gossip, tu cosa ne pensi a riguardo?

“Penso che serva a coloro che vogliono far lavorare giornalisti e fotografi. I personaggi fanno parte di un sistema mediatico, ci sono quelli che fanno un lavoro di squadra e che ottengono risultati importanti, ma ci sono anche i burattini che guadagnano con il gossip. Viviamo in un paese dove le competenze sono meno importanti, tanti fanno tv perché raccomandati.”

Vorresti fare l’attore?

“Il cinema non mi piace, ho un limite, non riesco a liberarmi della mia personalità. Non potrei interpretare altri ruoli che non siano il mio. Ho una personalità troppo forte. E’ importante capire la strada che si vuole percorrere…”


Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *